Crea sito

Presentazione del libro ‘Chi ha paura del Gender?’

GenderSabato 2 aprile, ore 17:00 presso la Sala del Trono di Palazzo del Duca a Senigallia, avremo ospite Paola Petrucci, autrice del libro ‘CHI HA PAURA DEL GENDER?’

Paola Petrucci è consigliera di Parità della provincia di Ascoli Piceno e della Regione Marche, in questo suo lavoro ha deciso di riportare le informazioni di base che possono essere utili per informarsi correttamente sull’argomento del così detto Gender.

Con l’Autrice proseguiremo il nostro percorso di informazione sull’identità di genere, fornendoci chiavi di lettura obiettive, definizioni documentate e strumenti utili per fare chiarezza sulla fantomatica “teoria del gender” che ultimamente ha dato origine ad accesi dibattiti e a molta disinformazione.

(altro…)

-> Guarda le immagini

Stemmi pontifici a Senigallia: Giù la maschera! All’odio e al rancore preferiamo il pluralismo delle idee

Stemmi pontificiCOMUNICATO STAMPA
Senigallia, 9 Marzo 2016.
Agli organi di stampa, loro sedi

Oggetto: Giù la maschera! All’odio e al rancore preferiamo il pluralismo delle idee

“Mai chiesti stemmi pontifici in piazza Garibaldi”. Così titolavano i giornali locali lo scorso 20 Giugno 2015, quando la stizzita Diocesi di Senigallia, correva ai ripari con un suo comunicato, dopo che la delegazione locale del Circolo UAAR di Ancona aveva sollevato la questione sugli inopportuni stemmi pontifici che sarebbero stati inseriti nella riqualificazione della pavimentazione della piazza.

Non c’erano buoni motivi per non credere, almeno su questo, alle parole della Curia, ma ce ne sono adesso, dopo che una lettera a firma “Don Giuseppe Cionchi”, “bontà sua”, è apparsa ieri sui quotidiani locali. Si comincia seriamente a dubitare delle reali intenzioni decantate all’epoca dal clero locale, se oggi, a seguito di una democratica petizione presentata in Municipio per riaprire una discussione altrettanto democratica su quelle scelte “piovute dal cielo”, leggiamo parole così cariche di odio e rancore, che si sommano ad episodi di insofferenza riscontrati in questi giorni nei confronti di chi ha firmato quella petizione, preso a male parole da chi evidentemente non riconosce che si possano usare mezzi democratici e propositivi per manifestare le proprie idee.

(altro…)

-> Guarda le immagini

Iniziativa UAAR Circolo di Ancona a sostegno di Max Fanelli

Via CrucisCOMUNICATO STAMPA
Senigallia, 26 Febbraio 2016.
Agli organi di stampa, loro sedi

Oggetto: Iniziativa UAAR Circolo di Ancona a sostegno di Max Fanelli

In vista della discussione della legge sul “Fine-Vita” in Parlamento, prevista per questi primi giorni di Marzo 2016, l’Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti (UAAR), associazione aderente alla campagna “EutanasiaLegale”, sta organizzando a livello nazionale diverse attività di sensibilizzazione sul tema, e a sostegno della battaglia fatta propria dal concittadino ed amico Max Fanelli.

I Circoli UAAR di Bologna, Torino, Venezia, La Spezia, Ragusa, Roma, Livorno, e Ravenna si mobiliteranno in questi giorni o nelle prossime settimane. A maggior ragione, proprio perché direttamente impegnato attraverso il sostegno al gruppo “#IoStoConMax”, il nostro Circolo UAAR di Ancona, invita tutti i cittadini ad un incontro previsto per Domenica 6 Marzo 2016, dalle ore 17.00, presso l’Auditorium San Rocco di Senigallia.

(altro…)

-> Guarda le immagini

Darwin Day 2016 “Il Connettoma …la sede dell’anima?”

Darwin Day 2016Circolo UAAR Ancona – Darwin Day 2016
12 Marzo ore 17.00 – Sala Didattica della Mole Vanvitalliana (Lazzaretto – Banchina Giovanni da Chio, 28)

Conferenza: “Il Connettoma …la sede dell’anima?”

Relatore: Prof. Alessandro Rossi

Il professor Alessandro Rossi, Direttore della Cattedra di Neurologia all’Università di Siena è anche l’autore di diverse ricerche con tecniche di risonanza magnetica funzionale che esplorano i processi di elaborazione dell’informazione a livello cerebrale proprio nel momento in cui essi sono attivi, ad esempio durante i compiti intellettuali, le attività di meditazione ecc.

Questa tipologia di ricerche si è diffusa negli ultimi anni in neuropsicologia ed ha fatto emerge la consapevolezza che quella che noi chiamiamo anima o coscienza possa essere identificata nell’insieme delle informazioni contenuti nella memoria e nell’insieme dei processi che nel nostro cervello, in maniera spesso personale e individuale, si attivano in maniera più o meno stabile.
Queste informazioni e questi processi possono essere individuati e misurati.
Il relatore ci aggiornerà sulle continue prove che rafforzano questa ipotesi di lavoro. Ipotesi che, ricordiamolo, ha la caratteristica di chiudere quel ponte tra “res cogitans” e “res extensa” che secondo Spinoza e in generale tutta la filosofia dualista non sarebbe possibile!

(altro…)

-> Guarda le immagini

Papà mamma e gender. Incontro con Michela Marzano

GenderGiovedì 25 febbrario ore 21
Sala della cultura – Hotel La Fonte Osimo AN
“Papà mamma e gender. Incontro con Michela Marzano”

Dopo l’incontro dello scorso ottobre “Genere non gender” con la senatrice Valeria Fedeli ad Osimo si torna a parlare di educazione e rispetto di genere.

Giovedì 25 febbraio alle ore 21 alla Sala della Cultura del Hotel La Fonte incontro con la filosofa e saggista Michela Marzano.

(altro…)

-> Guarda le immagini

L’ateismo di Nietzsche: dell’uomo e del filosofo

NietzscheCOMUNICATO STAMPA
Senigallia, 18 Gennaio 2016.
Agli organi di stampa, loro sedi

Oggetto: L’UAAR presenta: “L’ateismo di Nietzsche: dell’uomo e del filosofo”

Domenica 24 Gennaio 2016 alle ore 17.30, la Delegazione UAAR locale del nostro Circolo di Ancona, nell’ambito del suo programma annuale di eventi sul territorio, ha organizzato a Senigallia, presso l’Auditorium San Rocco di Pizza Garibaldi, un incontro incentrato sulla figura del celebre Filosofo tedesco Friedrich Nietzsche, e sui suoi diversi livelli di declinazione dell’ateismo.

Nietzsche infatti scrisse diverse opere e saggi sulla morale, la religione, la scienza e la società moderna in generale, cariche di una profonda lucidità di analisi ed ostilità alla metafisica, sempre sul filo della parodia e dell’ironia. E’ ancora oggi considerato tra i massimi filosofi e pensatori di ogni tempo, ed ebbe un’enorme influenza sul pensiero filosofico letterario, politico e scientifico del XX secolo, facendo da spartiacque tra il pensiero tradizionale e un nuovo modello di riflessione, informale e provocatorio.

(altro…)

-> Guarda le immagini

L’UAAR Ancona a sostegno della Manifestazione “Sveglia Ancona – è ora di essere civili”

SvegliatitaliaTutti i Circoli provinciali italiani dell’Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti, sono impegnati in questi giorni a fornire il massimo supporto possibile alle manifestazioni che si terranno in modo capillare nelle principali piazze italiane, a sostegno dell’Uguaglianza di tutti e tutte, e per i diritto di ogni cittadino a vivere in uno Stato compiutamente laico.

Anche l’UAAR di Ancona il prossimo sabato 23 Gennaio, scenderà in piazza nel capoluogo per sostenere la manifestazione “Sveglia Ancona – E’ ora di essere civili”, promossa dalle associazioni Agedo Marche, Arcigay Marche, Diritto Forte, Fabriano Arcobaleno, Rete Che Gender.

(altro…)

-> Guarda le immagini

Conferenza su Giordano Bruno a Chiaravalle

Giordano Bruno«Io dico Dio tutto Infinito, perché da sé esclude ogni termine ed ogni suo attributo è uno e infinito; e dico Dio totalmente infinito, perché lui è in tutto il mondo, ed in ciascuna sua parte infinitamente e totalmente: al contrario dell’infinità de l’universo, la quale è totalmente in tutto, e non in queste parti (se pur, referendosi all’infinito, possono esse chiamate parti) che noi possiamo comprendere in quello»

Per queste argomentazioni e per le sue convinzioni sulla Sacra Scrittura, sulla Trinità e sul Cristianesimo, Giordano Bruno, già scomunicato, fu incarcerato, giudicato eretico e quindi condannato al rogo dall’Inquisizione della Chiesa cattolica. Fu arso vivo a piazza Campo de’ Fiori il 17 febbraio 1600, durante il pontificato di Clemente VIII.

(altro…)

-> Guarda le immagini

Chiesa e Stato nel pensiero di Bakunin

Bakunin“Se Dio è, l’uomo è schiavo; ora, l’uomo può essere libero, deve essere libero: dunque Dio non esiste!”.

Questo scrisse Bakunin nel suo libro “Dio e lo Stato”, lanciando al mondo dei padroni e dei preti la sua sfida rivoluzionaria.

Durante l’incontro, il relatore, Prof. Roberto Giulianelli, racconterà la vita e il pensiero del padre fondatore dell’anarchismo filosofico e politico, il cui pensiero affascina ancora oggi migliaia di giovani di ogni parte del mondo.

L’UAAR invita tutti gli amanti della Libertà di pensiero a partecipare al nostro incontro, a cui seguirà il dibattito tra relatore e pubblico.
L’incontro si terrà sabato 12 dicembre alle ore 17:30 a Jesi, Sala secondo Municipio, Via San Francesco.

(altro…)

-> Guarda le immagini

L’Avvenire della disinformazione sul fine vita

Io sto con MaxDiciamocelo chiaro e tondo. Articoli sul fine vita come quelli apparsi sul quotidiano dei vescovi Avvenire il 22 ottobre scorso, non ci stupiscono. Semmai ci irritano per quelle modalità con cui affrontano certe delicate questioni: unicamente da un punto di vista unidirezionale d attraverso dichiarazioni raccolte tra personaggi le cui opinioni dettate da sfrenato integralismo sono ormai stabilite ed assodate da decenni. Andare a chiedere a politici dal niet risaputo come Paola Binetti (AP), Eugenia Roccella (NCD) o Gian Luigi Gigli (PI-CD) cosa pensano della proposta di legge di iniziativa popolare promossa dal comitato Eutanasia Legale, che anche l’UAAR contribuisce a sostenere e che gli italiani aspettano da decenni, è un lavoro giornalistico retorico quanto platealmente superfluo.

Se in questi articoli, con tanto di titoloni, non si accusasse apertamente le associazioni che sostengono la proposta di legge di fare lobbying sui politici, di servirsi dei malati in generale e di Max Fanelli in particolare, ci si limiterebbe a derubricare il tutto alla solita propaganda in salsa parrocchiale. Alla giornalista Francesca Lozito che ha scritto l’articolo raccogliendo opinioni partigiane e trascurando volutamente un’eventuale voce in grado di onorare il contraddittorio, sembra non vada a genio che ci siano associazioni e cittadini impegnati a chiedere la discussione di una legge che introdurrebbe un diritto civile su temi etici, proprio mentre in parlamento si sta discutendo di un altro diritto civile come il matrimonio gay. Come se il parlamento non fosse in grado di discutere e lavorare su entrambi gli argomenti contemporaneamente, o l’eventuale — e a nostro avviso auspicabile — accesso a entrambi i dritti a stretto giro temporale fosse per lei e per i suoi lettori un incubo da dover subito scansare.

(altro…)

-> Guarda le immagini